Elle: vita da troia

  • Scritto da Giovanna Esse il 26/07/2020 - 12:00
  • 48 Letture

PROLOGO

Ebbene sì, cari lettori, mi son fatta la schiava!

E che cacchio! Sono o non sono una talentuosa scrittrice erotica? Me la meritavo, no?

E sì però adesso cominciano i problemi di... manutenzione. E sono tanti:

in primis io non sono una sado-maso né una praticante del BDSM, quindi proprio non saprei fare del male alla mia schiavetta.

inoltre, dovete sapere che Lei non merita punizioni ma solo abbracci e coccole, è bella, è sincera, è buona d’animo... e poi... e poi è la più bella fonte che una romanziera possa sperare mai di incontrare.

Le sue avventure erotiche, ed eroiche, vi lasceranno senza fiato... così come hanno sconvolto me... Lei è una donna stupenda, in realtà sarebbe un segreto ma a voi lo posso dire: la mia schiava è ... la Dea dell’Amore.

Quindi... tornando alla mia impreparazione a colpire, strizzare, incatenare, picchiare e sottomettere....

Chi mi consiglierà le punizioni più appropriate? I colpi più proibiti da infliggere alla mia Schiava?

Lei ha fatto una foto per me! E io la condivido con voi... che ne dite? Non è una meraviglia?

UNO - AGGIORNAMENTI DI GIUGNO

1

Certo non è facile avere e gestire una schiava... per me poi è un esperienza fuori dal comune.

Non sono mai stata interessata personalmente a queste pratiche, tranne che nei miei racconti. Inoltre stiamo parlando di una schiava femmina, magari con un uomo sarebbe stato più facile? Dopotutto non ho mai avuto dei veri rapporti lesbici... quindi, all'inizio del gioco pensavo: "E adesso? Come mi comporto, cosa ne faccio della mia dolce schiava?"

E invece... per prima cosa è stata lei a cambiarmi: dolcemente il suo linguaggio è divenuto sottomesso e, man mano, con la sua magia ha saputo portarmi al desiderio di diventare Mistress, eccitata dalla sua sottomissione e totale disponibilità. Poi è intervenuta la mia fantasia e abbiamo "inventato" il primo gioco, per me intensamente erotico...

Ma io lo voglio rendere ancora più umiliante condividendolo con Voi, amici lettori... Il primo impegno di Elle, la mia schiava d'amore, è stato quello di riferirmi quanti accoppiamenti sessuali lei svolge, al giorno, per poi alla sera, come confessione, mi invia il resoconto con tutti i dettagli... Per sottometterla e sputtanarla ancora di più, ho deciso di "mettere in piazza" le sue copule.

Iniziamo col resoconto di ieri, domenica.

Nella tarda mattinata è stata cercata da due ragazzi e usata per l'eiaculazione del mattino: Prima ha spompinato un poco entrambi, poi uno ha continuato a scoparla in bocca, fino a sborrare, mentre l'altro, senza troppe cerimonie, approfittando della posizione pecorile, l'ha inculata di botto, pressandola fimo a riempirla di sperma.

Nel pomeriggio ci siamo sentite e mi ha spiegato cosa avrebbe potuto fare per iniziarmi al lesbismo: lei ha avuto due orgasmi, il primo subito per l'eccitazione della novità; anche io sono venuta, in maniera intensa e inaspettata, dopo un lungo ditalino assai sensuale.

Poi c'è stato un imprevisto. Una persona è entrata in camera sua, l'ha vista masturbarsi e, per punizione, le ha messo il cazzo in bocca. E venuto in bocca, tenendola in modo che bevesse lo sperma, tutto tutto.

Ecco, ora sapete come si sono svolti i fatti... aspetto consigli e commenti su come posso sviluppare questo rapporto, per me che sono a digiuno di queste pratiche... perverse... o no?

2

Buon giorno padrona, come ti ho detto se vuoi puoi essere crudele con me, significa che riesco a compiacerti e questa è la mia gioia.

Ho obbedito al tuo comando, per dimostrare la mia abnegazione. Come ordinato ho infilato un tampax nell'ano anziché in vagina. Tu avevi detto di soffrire per 2 ore, ma io ho resistito fino a 3. Come avevi previsto, Padrona, quando finalmente l'ho espulso dal culo, era sporco e maleodorante.

Ma io, per obbedire a te, come richiesto l'ho toccato e mi sono imbrattata il volto. Allora, zozza com'ero mi sono seduta sul wc e mi sono fatta un ditalino. Il piacere di sentirti in me era così intenso, che ho avuto quasi subito l'orgasmo.

Il resoconto di ieri sulla mia disponibilità invece è questo: Appena il padre è andato al lavoro una persona di famiglia e venuta nel letto matrimoniale, si è messa alle mie spalle e mi ha inculata per circa 10 minuti, prima piano poi violentemente. Ha depositato tutto lo sperma e poi è andato via. Poco dopo mi sono alzata e sono entrata nella doccia, è arrivata l'altra persona, ha chiuso l'acqua, e mi ha spinta in basso con la schiena. Mi ha chiavata per pochi minuti, credo 5, anche lui ha sburrato dentro la figa. E' andato via ed io ho ripreso a lavarmi.

Nella tarda mattinata è venuto un mio nipote, che ha potere su di me, ha portato un suo amico, assistente all'università.

Il signore è rimasto un attimo in sala, mio nipote mi ha detto di levare le mutande, e poi mi ha scopata in fretta sul tavolo, fino a immettere lo sperma in vagina. Poi mi ha detto di andare in sala e fare un bocchino al suo prof.

Ho eseguito, in ginocchio, il signore era in piedi, aveva un bel cazzo sottile e lungo. Quando è sborrato mi ha tenuta per la nuca... ma sinceramente io avrei bevuto tutto lo stesso, per non sporcare di sperma la sala.

Spero di aver soddisfatto la tua curiosità nel conoscere la mia attività di puttana e schiava in famiglia.

Buon giorno, padrona, resto in attesa dei tuoi ordini o punizioni

3

Salve, mia Padrona, ti faccio il resoconto serale, come mi hai ordinato. So che lo renderai pubblico per i tuoi lettori e accetto di essere sputtanata come da tuo desiderio, lo sai che sono una cosa Tua!

Questa mattina appena uscito mio marito, i miei "parenti" di 24 e 22 anni, sono venuti in camera da letto mentre io iniziavo a mettere a posto. Credo che si fossero organizzati prima, perché avevano già il cazzo in tiro. Uno si è steso sul lettone e mi ha intimato di levare il pigiama e salire sul suo pene. Poi è intervenuto anche l'altro ed ho subito ho una doppia penetrazione. Nel pomeriggio è venuta la fidanzata di mio figlio con una amica e il suo ragazzo, saranno stati ventenni o poco più. Mi hanno chiamata nel salone e mi hanno fatto spogliare completamente nuda, mi hanno intimato di poggiare le mani sul tavolo. Hanno discusso, divertendosi, perché praticamente mio figlio e la fidanzata incitavano il ragazzo a provare un frustino su di me; l'altro doveva essere timido, ma poi si è sbloccato e davanti agli altri mi ha percossa una decina di volte. Poi, facendomi piegare leggermente, ha provato il mio culo, eccitandosi fino a venire. Dopo di ciò, la ragazza di questo si è seduta sul tavolo e tolte le mutande mi ha chiesto di leccare fino all'orgasmo. Infine, per fare gli esibizionisti, la ragazza di mio figlio ha fatto entrare il suo grosso cane alano, che già mi conosce a fondo e ha fatto un sacco di feste.

4 Buona notte, padrona, ti aggiorno sulla mia attività sessuale di oggi, come da tuo comando e ti autorizzo a sputtanare le mie azioni sul tuo Blog. Grazie, mia regina.

Questa mattina, quando sono arrivati i quattro ragazzi amici dei miei figli, che già in altre occasioni hanno fatto dei regali per le mie prestazioni, mi sono messa subito a disposizione, felice di poter obbedire al più presto alla realizzazione del tuo ultimo Comando! Prendendo un cazzo in bocca e due nelle mani sono stata svelta e quando stavano per sborrare prendevo una tazza da latte e li facevo eiaculare dentro. Alla fine quando tutti e sei i, compresi i miei figli, son venuti nella tazza, questa era per metà piena di sperma, come tu avevi ordinato; ho aggiunto un po' di caffè e ho bevuto tutto davanti ai ragazzi.

Dopo tre di loro mi vollero scopare contemporaneamente e così mi ritrovai con un cazzo in bocca uno nella fica e uno nel culo che mi usavano contemporaneamente, poco dopo riempirono la parte di me prescelta di sperma bollente.

Nel pomeriggio, per umiliarmi visto che avevo obbedito a te, i miei figli, la ragazza del più grande e una sua amica mi han portata al bar di un loro amico, che già in passato mi aveva usata. Abbiamo ordinato delle coppe di gelato, però io son dovuta andare nel retrobottega, con la mia coppa di gelato.

Mi hanno raggiunto il proprietario un giovane cameriere e, come ordinato da mio figlio, li ho fatti sborrare sul mio gelato con una sega abbinata a pompino. Sono tornata subito al tavolino sedermi, allora il cameriere, come nulla fosse mi ha servito quella grande coppa di gelato al gusto di cioccolato e sborra, che ho dovuto sorbire davanti a tutti.

Spero di avere agito bene, mia amata Padrona.

DUE - AGGIORNAMENTI DI LUGLIO

1

Sento che Elle, la mia nuova schiava, desidera emozioni forti ed io devo sforzarmi, per poter infierire su di lei in maniera esclusivamente virtuale... siamo molto lontane, purtroppo.

Poiché mi ha confessato che per bisogno economico (e anche per soddisfare i capricci dei suoi familiari) ha dovuto riprendere la sua attività di puttana, benché in maniera abbastanza riservata, e mantenendo un "giro" di persone affidabili.

In genere nella mattinata, appena la casa è disponibile, riceve soprattutto ragazzi, conoscenti dei figli o altri, che hanno saputo che c'è una mamma la quale, per soldi, fa anche da nave scuola.

Elle, inoltre, mi ha confessato che qualche volta sono state le madri stesse a portare i figli a sverginare.

Nel pomeriggio, invece, soddisfa gli adulti, spesso in gruppi di 4 o 5, facendo capo a casa di qualche cliente disponibile.

Personalmente, oltre ad avere la concessione integrale, a conoscere ogni sua attività intima (infatti, posso chiederle qualsiasi cosa e lei ha l'obbligo di dire la verità), ho anche il potere di ottenere da lei qualsiasi sottomissione, anche attraverso "terze persone", ma per il momento ancora non mi va.

Mi limito a farle richieste strane o fastidiose, per tenerla sulla corda. Inoltre capita anche che lei venga punita violentemente a causa mia... nel senso che, se il mio ordine contrasta con le richieste dei suoi padroni attuali, lei preferisce obbedire a me e, di conseguenza, le prende dai figli e dalla giovane nuora, la fidanzata di suo figlio maggiore, che ogni tanto le fa da magnaccia.

Le ho prescritto, anche se simbolicamente, di approfittare di uno dei suoi chiavatori di oggi, facendogli riempire una tazza di piscio e poi di berla per me ancora calda.

Lei è disposta a obbedire incondizionatamente. Inoltre mi ha anche tolto qualche curiosità.

Elle.

Buongiorno mia padrona, grazie per i tuoi comandi, oggi sarò usata sia di mattina che di pomeriggio, stasera ti farò rapporto di ogni cosa. Appena si presenta l'occasione berrò l'urina di uno di questi che mi fotteranno.

Volevi sapere se potresti farmi il fisting nella fessa, dato che tu hai la mano piccola e il polso sottile, ebbene mia Padrona, non ci sarebbero problemi, anche se per me fosse la prima volta.

In realtà, anche perché ti devo totale sincerità, devo confessare che già mi è stato praticato altre volte, sia da mani femminili che maschili: mi hanno sfondato entrambi i canali, fino all'avambraccio. Ho ricevuto, con dolore, l'introduzione in figa e anche anche nel retto, delle mani sia distese che, dopo la prima dilatazione, anche a pugno.

Ancora, volevi sapere cosa penso onestamente di Te?

Padrona ti amo e ti rispetto, anche se sei veramente troppo buona e troppo dolce con me. Offendimi e usami violentemente come hanno fatto tanti altri, a me non dispiace.

Mi hai chiesto anche un resoconto in diretta di qualche volta in cui vengo usata da puttana. Con i miei figli e i loro amici non è possibile ma oggi pomeriggio, con la scusa di andar a fare la spesa dovrò incontrare il ragazzo dell'auto, di cui ti ho parlato, quindi posso farlo quando lo incontro, come gli avevo promesso. Così ti manderò il resoconto in diretta.

Ho capito? Dovrò scrivere quello che mi succede mentre lo faccio.

Lo dovrei incontrare dopo le 15; se vuoi che gli chieda di farmi qualcosa di particolare puoi dirlo che lo farò.

Adesso hanno suonato alla porta è arrivato il momento del mio lavoro da puttana. Ciao padrona questa sera farò il resoconto della giornata.

Ancora Elle, un’ora dopo.

Padrona sono sola con due ragazzi paganti; i miei figli sono usciti e mi hanno lasciato con questi. Ho chiesto il permesso di usare il telefono: in questo momento, sono inginocchiata sopra uno dei ragazzi, con il cazzo nella fica, mentre aspetto che l'altro si sistemi alle spalle per incularmi. È fantastico avere a portata di mano due cazzi durissimi di giovani, che mi fottono contemporaneamente. Sto avendo un organismo furioso, anche perché mi eccita raccontarti in diretta come mi prostituisco con 2 persone contemporaneamente. Mi sento felice ma anche svergognata... come se fossi inferiore a te, che non fai la zoccola.

Proprio in questo momento, quello della figa mi sta sburrando dentro, mentre l'altro ancora non viene; arrapato dal fatto che il suo amico mi ha riempita, adesso incula violentemente.

Io sto venendo di nuovo, amore, perché quello che mi fotte il didietro, sta durando molto e ora esce anche fuori, e poi ancora dentro, dilatandomi costantemente. Sento che il suo cazzo mi vibra in pancia... e infatti: ora si è bloccato nell’ano, ficcato fino ai coglioni. Sento la pulsazione, vuol dire che me lo sta riempiendo di sperma.

Scusa... mi fermo un attimo di scrivere; mi tocca pulire i loro cazzi con la lingua, a dopo.

2

  • Ciao Padrona, ho appena terminato la mia attività di prostituta con i due ragazzi. Sono appena andati via. I miei figli non sono rientrati, così, come avevi ordinato, ho fatto pisciare uno in una tazza da latte, poi ho bevuto l'urina. Spero solo che i ragazzi non facciano gli stronzi e lo dicano ai miei figli... magari s’incazzano e ne chiedono ragione.

Se tu adesso fossi qui e mi baceresti mi troveresti con la bocca che sa piscio. Ti bacerei con la lingua sporca e da succhiare, lo faresti?

Come vorrei eccitarti e farti felice. A me piacerebbe essere frustata da te e godere: essere legata, colpita come uno straccio, offesa verbalmente dalla mia amata Padrona, per renderla orgogliosa di sapere quanto mi piace essere sua schiava.

Dopo queste parole, ho rincarato la dose, eccitata da questa nuova, inebriante, emozione. Non avevo mai goduto del possesso, del comando, su un’altra donna. Credo di non aver mai colpito neanche un uomo. L’unica cosa che ho fatto: ho ficcato, con qualche dildo anche abbastanza spesso, nel culo di un mio partner, fino all’estrema soddisfazione.

Le dico, - Mi piacerebbe averti nella vasca del bagno, distesa e nuda. Mi accovaccerei e ti riempirei di piscio caldo tutto il corpo, anche in bocca, e dopo calerei sopra di te per sporcaci insieme. Io, la pipì l'ho bevuta sai? Sia di mio marito che di un nostro amico. Sarei felice di farlo e di subire anche la tua, che brivido: mi si accappona la pelle.

Nel mio sogno, mi piacerebbe vestire di sola lingerie nera, calze autoreggenti e scarpe col tacco, e poi sedere in poltrona, come una regina nera e farti percuotere da mio marito, che ama queste cose.

Ho scoperto che ciò che mi manda fuori di testa è sentir contare le botte man mano che il “carnefice” le somministra. Credo che te ne farei dare 20 sul culo, con la canna e poi altre 20, sia sulle ginocchia che sulle gambe.

Poi prenderai 20 frustate con la cinghia larga sui seni e sui capezzoli. Li voglio vedere duri e rossi...

E allora Elle mi ha confermato, quasi tremante: “La canna e' molto dolorosa, l’hanno usata molte volte sul mio corpo...”

  • Sì, - ho continuato io: Poi, a 4 zampe, come una cagna, vieni da me. Io apro le gambe, mio marito ti tallona e continua a frustarti il culo e tu mi fai la minetta, fino a quando ho l'orgasmo.

  • A me piacerebbe che fossi tu frustarmi o a torturarmi se ne provassi piacere, vorrei essere colpita proprio dalle tue mani... puoi farmi tutto.

  • Non so, dovrei provare... – le ho detto onestamente, e poi con dolcezza – Amore di schiava, già ti sto scrivendo cose che non avrei mai pensato... scusami! Te l’ho detto che sarei una pessima Padrona? Se lo trovo vuoi vedere il video di una volta, quando ho inculato mio marito?

  • Mi piacerebbe molto vederlo. E non ti scusare mai per ciò che mi dici. Io mi eccito quando mi tratti con cattiveria verbale o mi dai ordini e mi dici cose volgari o crudeli.

3

Con la mia dolce Elle ci siamo rimesse in contatto verso le 15.

Dice che stava uscendo per incontrare un ragazzo che le aveva fatto alcuni favori all’insaputa dei figli e della nuora, che ormai la tenevano in pugno.

  • Vado con la sua macchina: indosso la minigonna, una camicia semitrasparente, scarpe tacco 12. Sono senza slip, né reggiseno. Il ragazzo, avrà 20 o 21 anni, non ha dove andare, quindi mi dice che mi porta in un posto, la casa di un suo amico, per poter stare tranquilli.

Già in macchina esibisco cosce e seno, lui è tutto eccitato ma mi da del lei.

Padrona, sono in un appartamento, seduta, mi è bastato accavallare le gambe e subito si vedevano i peli della fica, mi eccita sempre provocare, facendomi vedere senza mutandine. Il ragazzo è al mio fianco e già mi carezza le cosce. Di fronte a noi c’è il padrone di casa, un signore anziano, avrà circa 75anni. Secondo me può essere il nonno, anche se lui a detto che è un amico. Mentre ti descrivo tutto (l’ho detto a loro che era il tuo desiderio partecipare in diretta) e ne sono stati entusiasti, anche se credo di averli sorpresi. Quest’intreccio è nuovo per me e mi gira un po’ la testa per la voluttà.

Le mani del ragazzo stanno strisciando sulla fica, ora poso il cell e gli esco il cazzo dai pantaloni, non vedo l’ora di metterlo in bocca, davanti al vecchietto che ci osserva!

Allora, Padrona, quando ho preso il cazzo in mano era già duro, gliel’ho fatto un poco a sega, andando su è giù. Ma era troppo arrapato, appena l’ho messo in bocca, sono riuscito appena a prenderlo tutto per 4 – 5 imboccate, che lui è venuto subito e tantissimo nella mia bocca. Non l’ho cacciato ma ho aperto le labbra, per permettere a un po’ di sburro di colare giù, verso i coglioni. Il vecchietto che guardava eccitato mi ha molto arrapata, ma è successo tutto così in fretta che non sono riuscita a “orgasmare”...

Ora il ragazzo è andato a lavarsi, si è anche scusato vergognandosi un po’ per aver fatto così in fretta. Dimmi tu: se tu vuoi gli posso far provare anche la figa, oppure il culo, anche la fica e il culo. Altrimenti la finisco qui.

  • Il vecchietto che dice? Non puoi fare nulla per lui? Mi piacerebbe gli facessi una sega o un pompino... puoi dire che glielo regalo io, la tua Padrona.

  • Veramente il vecchietto si è seduto vicino a me e ha chiesto di accarezzarmi le cosce; è tutto contento e lo fa delicatamente. Ora gli do la bella notizia e poi gli faccio il pompino, come mi hai ordinato tu.

Gli ho detto del tuo regalo e adesso ho in mano il cazzo barzotto ma gonfio, eccitato.

  • Ascoltami, schiava, se non ce la fa, apri le gambe davanti a lui e fatti il ditalino, fino a quando arrivi all'orgasmo. Fammi sapere...

  • Ok, adesso gli prendo il cazzo in bocca e lo succhio, se intosta fra poco ti dico il risultato.

  • Cerca di avere l'orgasmo anche tu! Continua mia schiava puttana, e se lui riesce a venire, bevi in mio onore.

Poco dopo, Elle ha ripreso la sua cronaca.

  • Amore, l’ho dovuto spompinare e succhiare ma alla fine gli è venuto proprio duro, giusto per pochi secondi e, finalmente, mi è venuto in bocca. Ne ha cacciato poco di sperma e liquido, liquido. È quasi svenuto sulla sedia e continuava dire “grazie, grazie”. Io ho bevuto tutto, ma adesso è tornato il ragazzo. Ha chiesto, “signora Elle, può chiedere alla sua padrona se posso provare la fica e il culo?"

  • Aspetta... ci penso!

Ecco cosa voglio che fate, dillo al ragazzo! Per prima cosa voglio che ti metti in piedi davanti al vecchio, ti alzerai la mini e lui ti deve sditalinare fino a quando arrivi. Ok?

Il ragazzo, invece può provare un solo buco per ficcare: o fessa o culo! Si deve decidere.

  • Ok, con il vecchio non devo essere nuda ma con la gonna alzata, esatto?

  • Esatto, non glielo dire ma, se non ti fa schifo ti puoi anche far leccare la figa: ti volti, ti chini in avanti e lo fai leccare... se non ti va, lascia perdere.

E, se puoi, registra l'audio perché mi eccita sentire.

  • Non mi fa schifo, sono tutta bagnata. Ecco, sono già in posizione, il vecchietto è felice di leccarmi la fica e mi mette pure le dita dentro. Scriverti come faccio “il mestiere” mi fa sentire sputtanata, e ancor di più una cosa tua! Ora ha tutta la lingua che si insinua nella fica, mentre con due dito mi accarezza veloce il clitoride, sto per avere un orgasmo!

  • Sì, dai, troia, mi stai facendo toccare. Mentre vieni col vecchio, che ha il doppio della tua età... penso che le tue labbra puzzano ancora del suo pene; penso che hai ancora in bocca il sapore della su sborra liquida... Puttana!

  • Ho avuto un lunghissimo orgasmo in tuo onore e il vecchio è stato molto bravo e mi vorrebbe pagare...

  • Va bene. Puoi accettare il suo regalo! Ora accontenta il ragazzo, può sborrare ma usare una sola cosa: fica o culo.

  • Dice che preferisce il culo perché non ha mai inculato una donna più vecchia di sua madre...

Cinque minuti dopo: missione compiuta!

  • Ho completato la sua inculata. Lui mi è venuto dentro il culo, è felice di questa esperienza, e ti ringrazia moltissimo. Lui è il vecchio vorrebbero sapere se in futuro mi puoi far fottere con loro, anche a pagamento.

A proposito, il nonnetto mi ha regalato 100 euro, ma è disposto a pagare anche di più... poi mi dici cosa devo rispondere.

4

Mia Padrona, come mio dovere, ti faccio il resoconto di oggi, come puttana.

Appena mio marito è uscito, i miei figli sono saliti sule letto matrimoniale con il cazzo già duro e pronto, come ogni mattina, e mi hanno fottuta, uno dopo l'altro, nella fica. La posizione era quella classica: io con le cosce spalancate e la fica bagnata, a disposizione dei loro giovani cazzi. Sono venuti entrambi in fica, poi mi sono andata a lavare.

Poco dopo sono arrivati due loro amici che si erano organizzati già con i miei e hanno pagato per fottermi.

I miei figli hanno riscosso i soldi della mia marchetta e dopo sono usciti, lasciandomi sola con i giovani clienti che mi hanno goduta insieme, uno nel culo e l'altro nella fica. Tranne un po di pompino preliminare non hanno voluto altro. Sono sborrati in circa 15 minuti, senza mai uscire da dentro.

Volevi poi sapere del rapporto con mio marito “medico senza frontiere” e senza mai tempo per la sua famiglia. Lui in genere è a casa solo di domenica.

In casa con lui io sono una brava moglie quando ma quando lui non c'è sono la schiava sessuale dei miei figli, che quando hanno bisogno di soldi mi fanno prostituire con chi vogliono loro anche con animali. Questo perché tanti sono curiosi di guardare l’accoppiamento con i loro cani. In genere gli spettatori si fanno delle seghe per poi venirmi in bocca oppure addosso.

© - 2020 Giovanna Esse. Tutti i diritti riservati.

Ogni riferimento a persone o luoghi esistenti nella realtà è da ritenere del tutto casuale.

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.